Archivio | 4 – PREMI E PUBBLICAZIONI RSS for this section

Sono morto e mangiato anch’io

mortoemangiatoEbbene sì. In une’poca infestata dall’icona zombie non potevo non finire morto e mangiato pure io. Ma, contrariamente a quel che potete pensare, è stato piacevole. Sì, perché in fondo ho aiutato qualcuno, una causa giusta.

Come? Non capite di che sto parlando?

Va bene, forse è meglio fare un passo indietro.

Intanto, fate una capatina sul sito ufficiale del progetto. Poi, sappiate che è disponibile anche un’anteprima su Ilmiolibro. L’antologia raccoglie cento storie di zombie e il ricavato delle vendite sarà devoluto in beneficenza a due enti benefici: A.I.S.EA Onlus, dedita alla ricerca sulla Sindrome di Emiplegia Alternante; e Associazione S.T. Onlus, che si occupa di studiare la Sclerosi Tuberosa.

Promotori dell’iniziativa Paolo Franchini (ricorderete, già promotore di un progetto analogo con 365 Storie Cattive) e Chiara Poli.

All’interno della raccolta Morto e mangiato – Storie di zombie, come detto, ci sono anch’io, con un racconto breve a tema zombie.

Il libro è acquistabile in versione ebook a € 4,99 o in versione cartacea a € 15,00. Questa la pagina su Amazon dove potete acquistarlo, ma è disponibile anche sugli altri portali online.

Annunci

In uscita “La polvere del tempo” (La Mela Avvelenata)

la polvere del tempo2Roma, in un ipotetico futuro. La razza umana, vittima di secoli di guerre chimiche e inquinamento indiscriminato, è rintanata nelle case, costretta a sopravvivere in un ambiente ostile popolato da creature fameliche chiamate Ibridi, vessata da un’autorità incapace di controllare una milizia che agisce nel solo proprio interesse, perpetrando soprusi e violenze sui più deboli. Sullo sfondo, una polvere cristallina che rende l’aria irrespirabile e da cui sembra impossibile difendersi. Lorenza, però, custodisce un segreto antico che potrà cambiare il destino dell’umanità. Questo è il suo viaggio. La sua disperata ricerca di un altro luogo dove ricominciare.

È in uscita in questi giorni, sotto il marchio La Mela Avvelenata, un mio racconto lungo di fantascienza in formato e-book: La polvere del tempo.

L’opera, che ha vissuto un percorso travagliato e ricevuto diversi strati di editing nel corso del tempo – appunto – giunge alla pubblicazione con un marchio editoriale giovane e audace.

Vorrei ringraziare qui l’ottimo lavoro di Luigi Milani, che ha seguito l’editing finale del testo, nonché Stefano Andrea Noventa grazie al quale – saranno ormai passati due anni – il racconto ha avuto il pregio di essere “sgrezzato” dalla sua forma iniziale.

La polvere del tempo è disponibile su tutte le maggiori librerie online.

I Racconti del Sangue e dell’Acqua si aggiudica il premio Io Scrivo

ioscrivo (250x98)A volte le notizie arrivano così, all’improvviso. Rinverdendo una giornata uggiosa.

Ieri, primo giorno di ritorno al lavoro, Addio alle ferie. Macchina dal meccanico. Trasloco nella casa nuova ancora in corso. Giornata frenetica.

Nel Caos, ecco una luce piacevole. I Racconti del Sangue e dell’Acqua vince la quarta edizione del concorso letterario Io Scrivo indetto dal Blog Il Giallista.

Qui di seguito la classifica delle prime tre posizioni:

1° Posto:
I RACCONTI DEL SANGUE E DELL’ACQUA
di Daniele Picciuti
2° Posto
IL SUONO DI UN’ANIMA CIECA
di Alessia Braia
3° Posto
MURDER – Omicidi a Natale
di Antonella Polenta

Un ringraziamento dovuto alla giuria del Premio.

Ritorno alla Mary Celeste (Dunwich Edizioni)

MaryCaleste_by_sabercore23A due anni dall’uscita de I Racconti del Sangue e dell’Acqua, antologia che mi ha regalato belle soddisfazioni, torno ad annunciare  una nuova pubblicazione monografica. Parlo di Ritorno alla Mary Celeste (Dunwich Edizioni). Siamo sempre nel campo dell’horror, genere a me congeniale, e stavolta vi presento una novella – più breve di un romanzo, siamo intorno alle novanta pagine – la cui trama si dipana a partire da un fatto storico reale che è stato, nel tempo, materia di leggenda.

Parlo della Mary Celeste, prototipo per eccellenza della nave fantasma. Per avere tutte le nozioni sul caso, vi segnalo questo articolo uscito su Nero Cafè.

Durante questo periodo di preparazione all’uscita del libro, diversi siti e blog mi sono stati di supporto nel creare un alone di mistero circa una possibile reale apparizione di questo veliero spettrale. Mi preme quindi ringraziare – come pure ho fatto all’interno del libro – tutti coloro che mi hanno reso questo piccolo omaggio: Alessandro Balestra, Roberto Bommarito, Luigi Bonaro, Elena Di Fazio, Paolo Di Pierdomenico, Bruno Elpis, Antonio Ferrara, Matteo Gambaro e Luigi Milani.

In calce a questa pagina troverete i link ai vari articoli.

Aggiungo che Ritorno alla Mary Celeste ospita anche i racconti L’occhio di Arge (già uscito nell’antologia Mistero, Il mondo digitale editore), Il sangue delle tenebre (5° classificato al Premio Courmayeur, 2000), Dove muore il giorno (3° classificato al Premio Algernon Blackwood, 2011) e l’inedito Reliquia. Dulcis in fundo, troverete anche la prima parte del racconto Il supereroe, di Diego Di Dio, quale assaggio della prossima pubblicazione Dunwich Edizioni.

Questa è la pagina facebook del libro.

Questa è la scheda sul sito dell’editore.

Ebook in vendita a € 1,99

Cartaceo disponibile a € 9,90

E ora, veniamo alla quarta di copertina.

Nel dicembre del 1872 la Mary Celeste fu avvistata al largo delle isole Azzorre che veleggiava senza nessuno a bordo. I marinai che la incrociarono riferirono l’assenza degli strumenti di navigazione e dell’unica scialuppa.
L’equipaggio era scomparso. Nessuno fu mai più ritrovato.

Oggi, estate del 2013.
Voci riferiscono di un avvistamento del brigantino fantasma, in quelle stesse oscure acque.
Carlo Stein, noto avventuriero e showman televisivo meglio noto come “il cacciatore di misteri”, è sulle sue tracce, deciso a riprendere dal vivo quello che sarà il servizio più eclatante di tutta la sua carriera.

Ma è una ricerca che non avrebbe mai dovuto intraprendere.

“Iniziava a pensare che la Mary Celeste non li avesse accolti per regalare loro una grande possibilità. Ora, tutto ciò che riusciva a immaginare era che li avesse scelti al solo scopo di divorarli.”

«Abile descrittore di scaglie perturbanti che emergono dalle sinapsi, Picciuti cala i suoi personaggi in una perfetta e goticissima ambientazione nostrana, a suo agio tra i suoi anfratti come un demone nell’abisso.»
Barbara Baraldi
«La caratteristica che più colpisce nella narrazione di Daniele Picciuti è il riuscito mix tra uno stile accattivante e maturo e il racconto dal sapore locale di tradizione nostrana.»
Horror Magazine
«Daniele Picciuti è davvero molto abile a tracciare in poche pagine delle storie che potrebbero essere spunti per la costruzione di un intero romanzo.»
Truefantasy
«I racconti di Daniele vibrano di familiarità.»
Danilo Arona

Guarda il Booktrailer

BLOG CHE HANNO PARLATO DI CARLO STEIN E DELLA MARY CELESTE

Risate a colpi di rasoio (Scimmiette di Mare in Rome)

Praticamente sono arrivate.

scimmiette di mare_locandinaIrose e arrabbiate. Furiose e incazzate. E tutti i sinonimi che ancora vi vengono in mente.

Le Scimmiette di Mare, questi esserini azzurri e famelici, sempre animati da sete di sangue, dispettose per natura e obbedienti solo alla “Mamma”. La Mamma ordina e loro eseguono. Omicidi, torture, spargimenti di sangue.

Il sangue di autori famosi, odiati, ammirati, invidiati da autori emergenti. Che ne commissionano le diaboliche esecuzioni.

Ed è così che vedrete morire Dan Brown, la Meyer, la Rowlings, Lansdale, i fratelli Grimm, Howard, Tolkien, Pascoli, Manzoni ed Evangelisti. Un Valerio Evangelisti che, quando si è visto recapitare la propria “esecuzione” non ha potuto esimersi dallo scrivere una prefazione per questo irriverente prodotto librario.

Le Scimmiette saranno a Roma, venerdi 21 giugno, alla Libreria Rinascita in via Agosta 36.

Io sarò uno dei tre autori presenti. Con me ci saranno Emanuele Corsi (“uccisore” di Evangelisti e vincitore del concorso omonimo che ha dato vita al progetto) e Luigi Bonaro. Ah, e la “Mamma” naturalmente… Laura Platamone.

Se siete di Roma, fate un salto, soprattutto se non volete le che le perfide Scimmiette vengano a trovarvi…

Altrisogni n. 6 è ora disponibile!

Altrisogni n.06 - Cover SMALL 424x600Ci siamo.

In realtà c’eravamo già da qualche giorno, ma che volete, quando uno ha duemilaseicentosessanta cose da fare, il tempo passa in fretta.

Il 30 maggio scorso è uscito ufficialmente il numero 6 di Altrisogni. I contenuti sono come sempre innumerevoli e interessanti. Articoli, recensioni e racconti di stampo fantastico vi aspettano in tutte le loro variopinte accezioni.

Sto parlando forbito, scusate.

Quel che conta è che c’è un mio racconto che…. aehm. No.

Ricominciamo: quel che conta è che all’interno troverete moltissime belle storie e, fra i tanti nomi, emerge quello del bravissimo Dario Tonani, che stavolta si è misurato in un racconto a quattro mani con la non di meno brava Claudia Graziani. 

Volete altri nomi?

Lorenzo Crescentini, Lia Tomasich, Sara Simoni, Alexia Bianchini e il sempre brillante Simone Lega. Tutti nomi da tenere bene a mente.

Ah sì, ci sono anch’io.

E poi si parlerà di orrori italiani, di steampunk, troverete validi consigli per la scrittura sulla creazione dei personaggi e, dulcis in fundo, una bella intervista a Samuel Marolla, scrittore e sceneggiatore di Dampyr.

La magnifica cover che vedete è disegnata da Ettore Biondo.

A voi il link da cui scaricare questo prestigioso numero a soli 2,90 euro (non siate tirchi!)

Scimmiette assassine (parte Seconda)

Avete già sentito parlare delle Scimmiette di Mare? E del Project “Kill Your Writer”?

Non sapete nulla di come, queste poverette, siano state salvate dalla “Malaeditoria”? Allora avete bisogna di rinfrescarvi la memoria qui.

Ora, immaginatevi un’orda indemoniata, famelica, di strani esserini azzurri che fanno versi da scimmia ma sono nate tra i liquami dell’Ilva, creaturine che rispondono all’amore di una folle “mamma” uccidendo chiunque lei voglia. In questa raccolta, sono stati chiamati all’ordine dieci autori – più due outsider – tra i quali il sottoscritto (con una storiella denominata Operazione ombrello, non vi fa già ridere?). Ognuno di noi doveva far uccidere un qualsiasi personaggio della letteratura da uno squadrone di folli scimmiette assassine.

Il risultato? Che lo scrittore “morto” vincitore, Valerio Evangelisti, colpito dall’ardire dell’iniziativa, è stato così disponibile da scriverne la prefazione. Vedrete cadere massacrati dall’esercito di scimmiette personaggi come Manzoni, Pascoli, Lansdale, Tokien, e poi la Meyer e la Rowling, Dan Brown, Howard e i Fratelli Grimm. Oltre a, come detto, Evangelisti.

Credetemi se vi dico che non si è mai visto un pulp così divertente!

 

Racconto Criminale, un’esperienza a più mani

Nel 2009, io e sei amici scrittori, in quel forum che tanto fece parlare di sé al tempo in quanto fucina di giovani talenti – sì, sto parlando del forum di Edizioni XII – scrivemmo Racconto Criminale, un omaggio a quel Romanzo Criminale di De Cataldo cui tanto si è parlato. Il lavoro di squadra fu molto divertente anche se altrettanto stressante. A coordinare tutto il lavoro si mise di buona lena Nicola Roserba, che ha curato anche la prefazione del libro, e alla fine venne fuori un buon prodotto che vinse una gara letteraria tra blog: L’Adunanza, edizione 2009.
Oggi posso annunciare a tutti voi che Racconto Criminale è disponibile in free download – sì, vero… già da un po’ – edito sotto il marchio di Nero Press Edizioni.

Gli altri autori sono appunto Nicola Roserba, Federica Maccioni, Grazia Gironella, Antonino Alessandro, Salvatore Esposito e Paolo Di Pierdomenico che ha, tra parentesi, scritto un interessantissimo articolo sull’argomento sul suo blog, che vi consiglio di andarvi a leggere.

Se volete scaricarlo, potete andare direttamente nel Nero Store e scegliere il formato che fa per voi (pdf, epub, mobi).

Di seguito, uno stralcio della prefazione di Nicola Roserba:

Racconto Criminale nasce come esperimento di scrittura a più mani – arte quanto mai ostica, credetemi – e per raccogliere un amichevole guanto di sfida lanciato alla comunità letteraria di cui io e gli altri autori della squadra facevamo parte in quel momento. Era una competizione tra comunità letterarie, che mirava a eleggere la migliore dell’anno. Le cose, per quanto riguarda la gara, sono andate bene.

Ed ecco a voi anche l’incipit della novella:

Roma scorre davanti ai miei occhi. Torrenti di vita fluiscono fuori dai finestrini come immagini di quelle nuove televisioni a colori che costano una fortuna.
Guardo, ma non vedo. Prima di un’azione tendo a estraniarmi. Gli altri mi danno del freddo, del calcolatore, del pazzo. Forse hanno ragione, non lo so, ma quello che stiamo per fare non sarà una passeggiata.
Ripasso mentalmente le decisioni che abbiamo preso, come al solito. È una mia fissazione e agli altri non dico niente, e comunque non deve esserci niente di cui parlare, a questo punto. Se venissero fuori dei dubbi, sarebbe il caso di lasciar perdere, perché vorrebbe dire che qualcosa non va.
Mi chiudo in me, e ripasso. Tutto è calcolato, previsto, misurato. È come una danza. Deve esserlo. Nulla può essere lasciato all’improvvisazione, soprattutto con i compagni che mi ritrovo questa volta. Quelle serate nel retro del bar da Kocis devono aver prodotto un piano decente, o siamo fregati.
Il fischio di una frenata riaccende il volume del mondo e mi strappa ai miei pensieri.

Buona lettura!

In uscita Fantaweb 2.0, di Edizioni Della Vigna

Eccomi qui ad annunciare, dopo un periodo di quasi silenzio, l’uscita di una nuova antologia che vede all’interno un racconto del sottoscritto. Egocentrico come non mai, non posso fare a meno di essere particolarmente contento di questa pubblicazione, rimasta in incubazione per un paio di annetti prima di vedere la luce. L’idea, partita da un gruppo di lettura su Anobii, si è ben sviluppato nel tempo, soprattutto grazie alla volontà di Matteo Ciccone, curatore dell’antologia.

Il mio racconto, Il viaggiatore, si avvicina forse più a un horror technofantasy che alla fantascienza pura. Se avete presente Alien, capite cosa voglio dire.

A farmi compagnia, molti amici con cui ho condiviso altre raccolte, concorsi letterari o semplici scambi di mail, come Alfredo Mogavero, Stefano Andrea Noventa, Andrea Viscusi, Matteo Gambaro, Angelo Frascella. Ma gli altri, che non ho avuto il piacere di conoscere se non superificialmente, va comunque la mia stima.

Riporto dal sito dell’editore:

Internet: un luogo virtuale, quasi un non-luogo, ma ricco di fermenti e potenzialità. Dal ribollire di questo brodo elettronico di coltura (e di cultura), è scaturito un gruppo che si è lanciato nell’impresa di preparare un’antologia di fantascienza. Detto, fatto: ed ecco qui il risultato dei loro sforzi.
Racconti di fantascienza, anche se qualcuno è contaminato da altri generi, che affrontano vari argomenti: qualche autore ha preferito tematiche scientifiche/tecniche, qualche altro religiose; c’è chi si è occupato delle sorti ultime dell’Uomo, e chi si è spinto fino all’orrorifico.
Visioni ottimistiche e pessimistiche, scientifiche e umane, terrestri e aliene. Perché i gusti sono tanti, e tutti possano trovare in questo volume qualcosa di proprio gradimento.

Contiene i seguenti racconti:
Angelo Frascella – La vita in un segmento
Stefano Andrea Noventa – Alter ego
Francesco Cotrona – Habemus Messiam
Matteo Gambaro – Labirinti
Massimo Ferri – Teorema sinfonico
Emanuele Gabellini – Jack Farner
Alfredo Mogavero – Come scarabocchi su una lavagna
Andrea Viscusi – Il senso della vita
Patrizio Frosini – Albert
Daniele Picciuti – Il viaggiatore
Alberto Cecon – Dalla culla alla tomba

Vai alla pagina di Fantaweb sul sito dell’editore