I Racconti del Sangue e dell’Acqua

fronte_little

Disclaimer.

Torna, dopo cinque anni dall’uscita con Bel-Ami, I racconti del sangue e dell’acqua in una formidabile edizione illustrata in quaranta tavole da Roberta Guardascione, sotto il marchio Nero Press Edizioni.

Segue l’articolo originale del 2011.

Settembre andiamo… è tempo di pubblicare.

È con orgoglio che vi presento una raccolta di racconti horror edita da Bel-Ami Edizioni. Ma non una semplice antologia, voglio spiegarvi perché in questo libro c’è qualcosa di speciale.

Il sangue e l’acqua.

Ciclo vitale dell’uomo e della natura. Sangue e linfa. Acqua e linfa. Tutto ciò che ci circonda, tutto ciò che siamo è linfa. L’acqua e il sangue, in questa raccolta, rappresentano la linfa dell’opera, così come naturalmente consentono agli esseri viventi di esistere.

Il progetto vede il libro dividersi in due parti.

Ciclo del Sangue, prima. Ciclo dell’Acqua, poi.

L’orrore che vi troverete ad affrontare è un orrore a noi vicino. L’orrore della mente, della follia, della morte. Ma anche uno sguardo agli archetipi del genere. Non tutti, certo, ma troverete figure a voi familiari, altre che vi evocano qualcosa, altre ancora che non vi aspettereste.

Danilo Arona, nella sua prefazione, ha scritto: “I racconti di Daniele vibrano di familiarità”.

È proprio quello che ho cercato di ricreare: quella sensazione di trovarsi in situazioni reali, verosimili, prendere per mano il lettore e farlo camminare con me sul ciglio di un burrone o, meglio ancora, sul filo teso da un acrobata folle. E poi, quando è sicuro che non lo lascerò andare, che il viaggio con me è sicuro, la mia mano si scioglie e il lettore – voi – resta lì, sospeso per un attimo sul filo, con le sue sole forze, fino a che perde l’equilibrio – per causa mia, potete giurarci, per ciò che avviene nelle righe che devono essere lì, in quel momento, per spiazzarvi – e precipita, giù. L’impatto è a volte doloroso, a volte lieve. Ma sempre lo sentirete. Così mi auguro. E se non dovesse essere, sappiate che ci ho provato. Che ho cercato di stupirvi, di insinuarvi dentro un brivido, un’emozione, ansia-paura-sorpresa-rabbia che sia.

ioscrivo (250x98)

Vincitore del concorso Io Scrivo – IV Edizione (2013)

Il mio mestiere è questo. Deve essere questo. Darvi emozioni.

E allora, per cominciare, godetevi il booktrailer – o dovrei dire Cortometraggio – girato da me e Laura Platamone col marchio della nostra associazione, Nero Cafè, che invito tutti voi a seguire da vicino.

E ora basta parlare. Cominciate a guardare.

Qui di seguito, invece, la videorecensione con intervista su RLTV:

________________________________________________________________________

PARLANO DEL LIBRO

Recensione su Strepitesti

Recensione su Malgradopoi

Analisi su Creeptale

Articolo di Barbara Baraldi

Articolo su Horror.it

Recensione su MArte Magazine

Recensione su Weird Tales Italia

Recensione su Sololibri

Recensione su Horror Magazine

Appunti di lettura su Unknown to Millions

Recensione su Toylet.it

Recensione su Libri da leggere

Recensione su Effetto Napoli

Recensione su Horror.it

Commenti sparsi su Anobii.com

Commenti sparsi su IBS.it

Il racconto “Strappi” su Carmilla Online

Recensione sul blog Io Scrittore

Recensione su Altrisogni n. 5

Recensione su Mondoscrittura

Recensione su True Fantasy Italia

Annuncio vittoria concorso Io Scrivo

Recensione su Altrisogni

INTERVISTE

Intervista da parte di Miriam Mastrovito (Strepitesti)

Intervista sul blog di Marilù Oliva

Intervista su Cartoon Mag

Intervista su True Fantasy

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: