Archivio tag | edizioni xii

Intervista a Luigi Musolino, su Aculeo

ACULEO.net vara una rubrica del tutto particolare, Il gatto a nove code (nove domande per  un concorso), volta a pungolare quegli autori bravi abbastanza da sapersi aggiudicare concorsi più o meno noti. Lo scopo è di aiutare quegli scrittori emergenti che vogliano farsi un’idea del mondo dei concorsi letterari.

In vista dell’imminente apertura della nuova edizione, per questo primo incontro, ACULEO.net ha intervistato Luigi Musolino, vincitore del Circo Massimo Edizione 2010.

1. Cosa ha significato per te vincere il Circo Massimo?

Be’, è stata una grandissima soddisfazione, vista la qualità del concorso e degli autori in gara. Poi io sono molto critico verso i miei testi, il Circo Massimo è servito a darmi molta sicurezza in più.

 

2. Un concorso che vorresti vincere
In passato avrei sempre voluto vincere il Premio Lovecraft, quindi suppongo che adesso mi piacerebbe vincere il Premio Blackwood.

 

3. Un concorso cui non parteciperesti mai
Un qualsiasi concorso gestito come il Premio Fantastique del 2010.

Stasera appuntamento con Minuti Contati, XVI Edizione

Stasera, giovedi 24 febbraio, alle ore 21.00 torna l’appuntamento con il concorso letterario più veloce del web.  Ancora una volta occorreanno concentrazione, rapidità e tempismo ai malcapitati che si cimenteranno coi Minuti Contati concessi dall’Aguzzino per guadagnare preziosi punti non solo per il rank, ma anche per il Karma Tournement. Come sempre, un limite di caratteri (compreso tra i 1.000 e i 5.000), un tempo limitato e il tema nascosto sono i tre baluardi che gli autori in concorso dovranno affrontare.  Per saperne di più, all’interno della sezione dedicata sul forum di Edizioni XII trovate il Regolamento, sorto per soddisfare le vostre domande e dissipare qualsiasi dubbio.

Opera Sei, di David Riva

Quattro squilli, poi la voce di Magdalina, lontana.
«L’hai trovata?»
Un attimo, per chiudere gli occhi e rispondere:
«Sì».

Una ricerca spasmodica tra Europa e Sud America, una ragazza – Ester – sola, in pericolo, nelle mani di un’organizzazione criminale – Metafisica – che non si fa scrupoli pur di vendere le opere d’arte del geniale chirurgo plastico Hao Myung.
La sua vena artistica corre sul filo di un rasoio chiamato follia, o limite. Limite della moralità e della dignità umana. Ma Myung non lo fa per denaro, lui si considera un artista e così la pensano pure tutte le sue opere, le persone che hanno deciso di immolarsi al fine ultimo di mostrare al mondo ciò che sono veramente, dentro. Per questo Ester, come altri cinque individui prima di lei, ha accettato la proposta del chirurgo cinese. La libertà di essere ciò che sente di essere, vale il sacrifico che le viene richiesto.
Peccato che venga nascosto a tutti i prescelti il vero motivo della trasformazione. Nessuno di loro, una volta realizzato l’ardito desiderio, tornerà mai più a casa: il loro destino è nelle mani del miglior offerente.

Minuti Contati Special Edition: nessuno batte l’Aguzzino

La sfida all’Aguzzino è terminata nel peggiore dei modi per gli sfidanti dello spietato organizzatore del concorso più veloce del web. Nonostante egli si sia candidamente “offerto” al nemico, nessuno è riuscito a sopraffarlo. Così, la seconda edizione speciale di Minuti Contati, il cui tema era Non nel mio nome, si è conclusa con la vittoria di Daniele Picciuti, con il suo grottesco Un tirapiedi e mezzo, la strampalata storia di due sicari sgangherati alle prese con un omicidio più complicato del previsto. Al secondo posto si è piazzato G.B. Shock con il racconto …et filii… capace di affrontare un argomento attuale e scottante come quello dei preti pedofili in un modo che sarà difficile da dimenticare. Terzo classificato è Luca il babau di Giordano Efrodini, la storia triste e al contempo venata di nera ironia, di un bambino alle prese con l’uomo nero e con due genitori al limite della denuncia sociale. L’Aguzzino intende ringraziare l’Esecutore di Sangue Andrea Viscusi, che ha fatto le sue veci in modo esemplare, e promette di tornare – prima o poi – a cimentarsi assieme agli altri autori in una nuova Sfida all’ultimo carattere.

Classifica finale di Minuti Contati Special Edition – Sfida all’Aguzzino:

1 – Un tirapiedi e mezzo di L’Aguzzino (Daniele Picciuti) 34 punti

2 – …et filii… (G.B. Shock) 44 punti
3 – Luca il Babau (Giordano Efrodini) 53 punti
4 – ACB013X (Maurizio Bertino) 57 punti
5 – Soldati (Ida Sanfilippo) 57 punti
6 – Gita in montagna (Marco Caudullo) 60 punti
7  Angelo (Angelo Frascella) 63 punti
8 – Loro (Eleonora Rossetti) 70 punti
9 – Cowell (Cristiana Morrone) 82 punti
10 – Una storia di Cologno beach (Marco Filipazzi) 96 punti
11 – Il dissociatore (Marco Migliori) 98 punti
12 – Ideali (Medusa) 108 punti

Six Shots: sei colpi nel weird

Ciò che identifica un’opera nella definizione di weird è una inusuale commistione di generi letterari capace di dar vita a uno scritto bizzarro, derivante ad esempio elementi anacronistici, allucinazioni mischiate a realtà, situazioni grottesche e improbabili, personaggi al di fuori di qualsiasi standard, e altro ancora. Non vi sono moltissime opere di questo tipo; un autore da citare per inquadrare l’argomento è China Miéville.

In Italia, ancor meno che all’esterno, gli autori non amano molto cimentarsi nel weird. Eppure, oggi qualcosa di nuovo c’è. Edizioni XII ha da poco sfornato un libro a metà tra il western e il fantastico, dalle tinte noir, a tratti pulp. L’autore, Alfredo Mogavero, piuttosto noto sul web per i suoi successi in svariati concorsi letterari, esordisce nel panorama dell’editoria italiana con Six Shots, un’opera a metà tra un’antologia di  racconti e un romanzo a episodi.

Six Shots: sei colpi. Sei racconti che vanno a segno uno dopo l’altro, lasciando nel lettore la sensazione di aver incontrato qualcosa di particolare. Non si parla di capolavoro, ma troviamo in quest’opera elementi raramente presenti in libri di autori nostrani emergenti.

Leggi l’articolo su Terre Di Confine

 

Chiusa la VIII Edizione di Minuti Contati

Anche la VIII Edizione di Minuti Contati è giunta al termine. Dopo sanguinosa e quanto mai “splatteroide” battaglia, dei quindici autori in gara soltanto dodici sono entrati nella rosa finale. Il tema di questa tornata era  l’ironico Sotto il vestito… tutto. Bisogna ammettere che  dalla fantasia scribacchina dei partecipanti stavolta è venuto fuori il peggio… come l’Aguzzino desiderava. E quindi il meglio. Questo mese il premio finale non era la nomina a Discepolo, ma qualcosa di più. Il vincitore rivestirà il ruolo di Esecutore di Sangue, un impiego quanto mai soddisfacente di cui il vincitore di quest’edizione non potrà lamentarsi. Un plauso dunque a Andrea Viscusi, autore del malinconico e schizoide Bella dentro, storia di un amore così intenso da sfidare le leggi del tempo e dell’anatomia umana. Secondo classificato è Angelo Frascella con Divise, ritaglio suggestivo di una società futura ipertecnologica e decadente. Al terzo posto sale Stefano Pastor con il fin troppo reale La lezione, attraverso cui viene affrontato in maniera dura un concetto attuale come quello della diversità.

Leggi il resto su XII-Online