Sedicesima settimana di volo

Giorno 106


Non ho scritto ancora. E anche oggi, mi sento uno straccio.
Non è da me commiserarmi, non lo faccio mai… ma ho un senso di colpa dentro… anche se non devo averne, perché non sono colpevole di niente… ma ce l’ho. Nina ha tradito.
Io lo so. Io solo.
Non ne ho parlato con nessuno, chiaramente…
Ma devo dirlo al comandante. E’ giusto che sia così.
Cazzo!

Giorno 107
Oggi ho parlato con Yama.
O meglio, è venuto lui da me a chiedermi cosa avessi.
Non so perché, ma il suo tono calmo mi ha spronato a fidarmi… e gli ho parlato. Mi ha parlato.
Ora so veramente tutto, credo.
E mi vergogno così tanto, vorrei sotterrarmi…
Nina non ha tradito.
Era Reiko Anori la traditrice. Il motivo del tradimento era la Mishima. Reiko riferiva tutti i particolari della missione ai capi della Mishima violando quindi gli accordi con l’Alleanza.
Neville l’ha scoperta e l’ha uccisa. Non è stata solo pazzia quella di Neville… era la sua missione.
Uccidere il traditore.
Yama sapeva tutto perché la Mishima stessa lo aveva avvertito prima di mandarlo a bordo della Croce del Nord. Lo aveva avvertito del rischio, del fatto che Reiko era morta probabilmente per via del tradimento stesso.
Gli ho chiesto perché mi stava dicendo queste cose… in fondo stava confessando anche il SUO tradimento. Mi ha risposto che ha fiducia in me e ritiene che io possa tacere.
Lo farò. Ma solo perché finora si è comportato da amico con me e perché non credo che riferire i nostri segreti alla Mishima possa rovinare la nostra missione in alcun modo… sempre che non mi sbagli di grosso.
Non ho avuto il coraggio di dirlo a Nina.
Non ho avuto il coraggio di fare niente.

Giorno 108
Oggi ho parlato con Nina, le ho chiesto scusa…
Ma non è servito. Neppure quando mi sono inginocchiato ai suoi piedi… perdendo tutta la mia dignità…
Lei è stata irremovibile.
Non averle creduto me l’ha tolta… forse per sempre.
Dio, Nina… mi dispiace! Mi dispiace tanto…

Giorno 109
Sto un po’ meglio, nonostante lei non mi degni più della sua attenzione.
Per fortuna c’è Yama. E’ un ottimo conversatore, provo ammirazione per lui. Gli ho chiesto perché la Mishima vuole spiare le nostre mosse… perché non si fida dell’Alleanza. Mi ha spiegato che il motivo è proprio davanti a noi: il Progetto Executive. Ne è una prova lampante.
Portare sulla Luna il Gene Oscuro è un suicidio planetario intollerabile e io so che ha ragione. L’origine del Male non va studiata… va annientata.
In virtù di questo, Yama può star sicuro che lo sosterrò fino alla fine in questa dannata missione!

Giorno 110
Vorrei spendere due parole sui miei compagni, quelli rimasti.
Nina Nemec : lei è splendida, dura e vulnerabile al tempo stesso. Sa combattere, bene anche. Non parla molto ma quello che dice va sempre a segno. Credo di poter dire che di lei mi fido, ormai. Glielo devo.
Yama Watanabe : sempre ottimista e di buon umore, è un ottimo guerriero, un buon amico e un saggio consigliere. Il suo codice d’onore è pari al mio e per questo lo rispetto. Di lui mi fido. Riesce a darmi sicurezza a volte, quando mi sento sperduto.
Michael Shane: un tipo allegro, con la battuta pronta, quando c’è stato da combattere ha mostrato un grande coraggio e spirito d’iniziativa. Finora non ha dato motivi per dubitare di lui. Per ora lo ritengo fidato, ma c’è ancora tempo per dirlo con certezza.
Ibrahim Nazoko : il nostro comandante, colui che a tratti ho odiato, ripudiato, ammirato e compatito. Quando è stato necessario, ha dato il massimo per questa missione, ma ha anche eseguito ordini paralleli e il suo doppio gioco per forza di cosa lo rende inaffidabile. E tuttavia qui a bordo, è colui che prende le decisioni e sa come farsi rispettare. Per ora ha la mia fiducia, poiché sembra pentito, ma so che potrebbe cambiare faccia in qualsiasi momento.
Potrei parlare di me, ma non lo farò. Mi fido di me stesso e delle mie sensazioni e ciò mi basta per andare avanti.
Il mio scopo è uno e cioè rimediare al cataclisma messo in moto da noi Imperiali con l’apertura di quel dannato Sigillo. Il mio scopo è richiuderlo e ci riuscirò. A qualsiasi costo!

 

Giorno 111


E’ successa una cosa strana oggi.
Non trovavo Nina da nessuna parte, l’ho cercata a lungo… finché non sono giunto in sala decompressione. Lei era lì, in piedi, che fissava la cassaforte.
Mi ha inquietato, perché sentivo che qualcosa non andava.
Sono rimasto in silenzio ad osservarla… e ho notato che muoveva le labbra senza produrre alcun suono, come se recitasse una formula a mente.
A un certo punto non ho resistito e mi sono fatto avanti, toccandole una spalla. Lei si è girata di scatto guardandomi come se fossi il suo peggior nemico.
E’ stato solo un attimo, perché subito dopo si è ripresa, domandandomi cosa stavo facendo lì.
Le ho detto quello che avevo visto, che fissava il vuoto in modo strano, e mi ha risposto che stava ricordando.
Poi se n’è andata voltandomi le spalle come se l’avessi offesa.
Sono rimasto lì, da solo, e ho guardato la cassaforte.
La porta era chiusa, naturalmente.
Sono bastati pochi secondi… poi ho avvertito qualcosa… come un lamento, fisso, che mi riecheggiava nel cervello.
Una cantilena… un richiamo incalzante senza forma, un’orda indistinta di suoni che mi diceva di andare… di entrare.
“Bryan!” La voce di Yama mi ha riportato alla realtà.
Mi sono girato e per un attimo mi è parso diverso da come lo ricordavo… mi è parso sbagliato … perché non doveva essere lì dove stavo io… non doveva vedere la cassaforte e non doveva ascoltare quel richiamo che era rivolto a me… a ME soltanto!
“Che succede?” sono state le sue parole, al che mi sono scosso davvero, tornando in me.
Gli ho detto di venire via, di non guardare la cassaforte.
Una volta usciti gli ho spiegato l’accaduto parlandogli anche di Nina.
Entrambi siamo giunti alla conclusione che DOBBIAMO liberarci della cassaforte … in un modo o nell’altro.

 

Annunci

About Daniele Picciuti

Ultime pubblicazioni: Ritorno alla Mary Celeste (Dunwich Edizioni, 2013) I racconti del sangue e dell'acqua (Bel-Ami Edizioni,2011), Uomini e spettri (racconto in antologia, Bel-Ami Edizioni), Mistero (racconto in antologia, Il Mondo Digitale Editore). Presidente Ass.ne Cult.ne Nero Cafè Capo Redattore Magazine Knife Vice-responsabile Nero Press Edizioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: