Trentesima settimana di volo

Giorno 199
Ne ho parlato con Nina e con Shane.
Studieremo un piano per liberarci della cassaforte.
Domani, durante la cena, verseremo nei bicchieri dei sonniferi.
Quando gli altri dormiranno, noi getteremo la Reliquia Oscura nello spazio esterno.

 

Giorno 200
Ci siamo. Stiamo per andare a cena.
Sono stato nervoso tutto il giorno… e non solo io.
Credo che Navarra se ne sia accorto, ma non penso possa sospettare dei nostri piani. Controllerò che beva il suo bicchiere in modo da esser certo che assuma il sonnifero.
Controlleremo che TUTTI bevano dai loro bicchieri.
Non sto nella pelle.
Sbarazzarmi di quella maledetta cassaforte sta diventando il mio unico scopo in questa missione.

 

Giorno 201
Il piano è riuscito… ed è fallito.
L’equipaggio della Libellula Azzurra si è addormentato, e fin qui il piano è andato bene.
Abbiamo preso le chiavi al comandante e siamo scesi di sotto, provando ad aprire la porta blindata dietro la quale si cela la cassaforte.
Quando siamo entrati, quello che abbiamo trovato ci ha lasciati di sasso.
Altro che piccolo equipaggio…
Dentro c’era un immenso laboratorio elettronico dove degli uomini stavano intorno a un’enorme gabbia di energia nella quale era tenuta la cassaforte.
Uno degli uomini ci ha visto e ha gridato un ordine.
La donna che era con lui ha estratto dal nulla un mitragliatore leggero e ce lo ha puntato contro, intimandoci la resa.
Ho guardato Nina e Shane.
Avremmo certamente potuto reagire… ma al di là di quei due in tenuta militare c’erano altri tre uomini, impegnati in qualcosa che ci ha indotti a desistere.
Erano fermi in piedi, disposti a triangolo intorno alla cassaforte … ed erano loro a creare quell’energia che vedevamo.
Erano Mistici della Fratellanza, almeno questa è stata la nostra prima impressione.
Abbiamo gettato le armi.
L’uomo si è fatto avanti, domandandoci che ci facevamo lì.
Shane gli ha risposto che volevamo distruggere la cassaforte e io ho rincarato la dose dicendo loro che erano pazzi se credevano di poterla controllare.
L’uomo si è presentato come Aaron Reinberg, comandante in seconda.
La donna era Kora Parker, addetta alla vigilanza interna del laboratorio, decretato Top Secret per ordine dell’Alleanza.
I Mistici non si sono mai avvicinati a noi, la loro concentrazione era altrove.
“Sono Mistici Corporativi” ha spiegato Reinberg, decidendo che non eravamo più una minaccia “Forse è una novità per voi. Un gentile prestito del Cardinale ai fini della VOSTRA missione”
“Che ormai è NOSTRA” ha aggiunto Kora.
Poi ci hanno chiesto degli altri e abbiamo confessato il nostro marchingegno.
Reinberg è venuto su con noi e quando finalmente il comandante si è risvegliato, il rapporto che ha ricevuto dal suo vice non lo ha per nulla soddisfatto.
Forges ci ha confinato nei nostri alloggi annunciando la sua intenzione di non farci mettere più piede in alcun’altra zona della nave ad eccezione della sala mensa.
Non abbiamo protestato, più che altro perché avevamo bisogno di parlare tra noi e trarre le opportune conclusioni.

 

Giorno 202
Orbita di Nettuno.
Siamo sempre più vicini… quasi non riesco a credere di essere tanto lontano da casa…
Nina, Shane ed io abbiamo stabilito un accordo. Non tenteremo altri colpi di testa, almeno fino a quando non avremo maggiormente chiara la situazione. E’ strano… ma quando ho visto i mistici tenere soggiogata la cassaforte ho avuto la speranza che fosse una cosa possibile… che quell’oscurità che ben conosco fosse definitivamente in trappola.
Perciò abbiamo parlato al comandante, dandogli la nostra parola che può fidarsi di noi.

 

Giorno 203
Oggi c’è stata una forte discussione tra Vov e Shane.
I due sono quasi venuti alle mani. E’ nato tutto in seguito a quello che abbiamo fatto ieri. Vov è venuto da noi mentre eravamo in sala mensa a pranzo e si è seduto con aria strafottente, dicendoci di non provare più a prendere iniziative del genere. Gli abbiamo risposto che può parlare così solo perché non si rende conto di quello che abbiamo passato.
“Non sto dicendo che non avevate motivazioni valide” ha precisato “dico solo che è stato stupido farlo.”
Al che Shane si è infervorato, accusandolo di superficialità.
Vov l’ha preso per il bavero e i due si sarebbero picchiati se io e Nina non li avessimo separati.
Più tardi ho trovato Vov da solo e gli ho parlato.
Gli ho chiesto che cosa vede, quando ci guarda.
Ha finto di non capire, così sono stato più chiaro:
“Tu sei stato il primo ad arrivare quando noi… beh hai capito. Dimmi la verità: quando ci guardi, cosa vedi?”
“Lascia perdere” ha risposto “E’ meglio per te non saperlo.”
“Io voglio saperlo” ho insistito.
Vov mi ha guardato come per capire se dicevo sul serio o la mia era soltanto una presa di posizione… e  allora mi ha risposto: “Vedo te e Shane con le bocche insanguinate mentre banchettate con la carne di Yama Watanabe… e sento Nina urlare in un modo in cui non ho mai sentito urlare nessuno in tutta la mia vita… e ne ho vista di gente urlare, credimi.”
Una lacrima mi è scesa sul volto.
Mi sono girato e sono andato via.
Capisco perché lui, Forges e gli altri ci odieranno in eterno.
Quel dannato giorno, abbiamo smesso di essere uomini… e siamo diventati mostri.

 

Giorno 204
Il nuovo braccio di Nina è formidabile, lo muove come se fosse il suo naturale… e questo è bello. Soprattutto perché abbiamo ricominciato a parlare un po’… non a confidarci, certo, ma stiamo lentamente tornando in sintonia.
Di contro, la nostra unione sta allontanando Shane.

 

Giorno 205
il mistico Navarra si è intrattenuto con me e Nina poco dopo pranzo, spiegandoci che il lavoro che i mistici corporativi stanno svolgendo di sotto ha una grande importanza. Essi sono stati addestrati per arginare il potere dell’Oscura Simmetria. Per tutto il resto del viaggio resteranno mentalmente in contatto con la cassaforte , tenendola segregata grazie alle stringhe di energia che riescono a produrre.
“Ma non dormono mai? ” abbiamo chiesto “Non mangiano?”
“No” è stata la risposta.
Di fatto sono vittime sacrificali per il bene della missione e del nostro sistema solare.
Navarra sembrava divertito dal nostro stupore.
Probabilmente solo un membro della Fratellanza può capire le motivazione della Fratellanza stessa.

 

Advertisements

About Daniele Picciuti

Ultime pubblicazioni: Ritorno alla Mary Celeste (Dunwich Edizioni, 2013) I racconti del sangue e dell'acqua (Bel-Ami Edizioni,2011), Uomini e spettri (racconto in antologia, Bel-Ami Edizioni), Mistero (racconto in antologia, Il Mondo Digitale Editore). Presidente Ass.ne Cult.ne Nero Cafè Capo Redattore Magazine Knife Vice-responsabile Nero Press Edizioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: