Archivio | maggio 2011

In uscita “Il Magazzino dei Mondi”

È in uscita l’ultima novità marchiata Delos Books. Una raccolta di racconti brevi di fantascienza di autori italiani emergenti.

Sì, l’avete capito. Dentro ci sono anch’io. Il mio Cronache dalla Luna, già apparso nel recente Special SF di Writers Magazine Italia, è anche su questo volume, insieme agli altri 49 racconti selezionati per la rivista e a tanti altri meno fortunati, che però, visto il valore, sono stati scelti per far parte di questa raccolta.

Dalla scheda su Delos Store:

Centottanta racconti di fantascienza istantanea.

Chi non ricorda i racconti brevi, fulminanti, di Fredric Brown? Piccoli gioielli forse inarrivabili, che toccavano le mille sfaccettature del fantastico e della fantascienza, facendoci divertire e appassionare. Questo Il Magazzino dei Mondi vuole essere un tributo al grande maestro della narrativa breve di fantascienza, e lo fa attraverso 181 racconti scritti da 181 autori diversi, un’impresa condotta a lieto fine sul forum online della Writers Magazine Italia, dove gli autori si sono confrontati con la redazione in una kermesse letteraria di altissimo profilo, che ha dato vita a questa stimolante raccolta. La fantascienza italiana è ancora viva e piena di giovani autori capaci di scriverla, come dimostra Il Magazzino dei Mondi. Ora sta a voi leggere e divertirvi!

Per acquistare l’antologia, visita il Delos Store.

In uscita “La paura fa 90”

Dal portale Braviautori arriva un’antologia di racconti horror che raccoglie una moltitudine di nomi di autori emergenti già noti nel web, come Miriam Mastrovito, Pia Barletta, Matteo Gambaro, Patrizia Birtolo, Matteo Carriero, Roberto Guarnieri, Diego Di Dio, Polissena Cerolini, Francesco Scardone, Carmine Cantile, Alex Panigada, Matteo Mancini, Giorgia Rebecca Gironi, Gianluca Santini, Cosimo Vitiello, Leonardo Colombi, Alberto Tristano e tanti altri ancora.

Tra questi, trovate anche me con il racconto Quel filo sottile, storia brevissima di un risveglio da incubo.

Ma non è tutto. La raccolta vanta infatti una perla di Danilo Arona, che vi consiglio di non perdere.

L’antologia è acquistabile sul sito de Ilmiolibro

In finale al Premio Algernon Blackwood

Dopo una lunga attesa e ben 76 racconti iscritti, la redazione di Horror Magazine ha varato i titoli dei racconti finalisti che si contenderanno la prima edizione del premio dedicato all”Uomo delle Visioni’. And The Blackwood Arward Goes To…
Prima di tutto: grazie.

Grazie a tutti i 76 iscritti a questo concorso. Da quasi due anni in redazione non si faceva altro che pensare a nuovi bandi per concorsi letterari di genere horror. Ma pubblicare un bando, giusto per “premiare” qualcuno, non avrebbe funzionato. No, bisognava proporre qualcosa di più grande, che invogliasse i talenti letterari a farsi notare. Per questo è nata l’idea del Premio Algernon Blackwood e per questo è stato lanciato H-L’almanacco di Horror Magazine che, come molti di voi sapranno, è un contenitore creativo dark a 360°. Pensatelo come un trampolino di lancio: una porta verso l’editoria pura, quella che premia i talenti e spera che i talenti non si perdano tra gli anfratti degli pseudo-editori.

L’Italia è un paese ricco di creatività. Ricco di storia e di grandi scrittori. Anche nell’horror sovrannaturale. Era inconcepibile fermarsi con il prestigioso Premio Lovecraft. Serviva qualcosa che potesse far emergere le tenebre letterarie e i talenti nascosti. E Algernon Blackwood era proprio il tipo giusto per ergersi a manifesto della creatività emarginata. Proprio lui, osannato da Lovecraft e snobbato, se non in qualche rara eccezione, dall’editoria italiana.

Bene, torniamo a noi. E’ il momento di pronunciarsi sui finalisti. Ecco la cinquina finale (in ordine alfabetico):

Il calzolaio di Zawadka di Sergio Donato
L’officina di Raffaele di Umberto Maggesi
Eternamente Sua di Marco P. Massai
— Nanni Orcu di Luigi Musolino
— Dove muore il giorno di Daniele Picciuti

Per questa prima edizione del Premio Blackwood, la Gran Giuria sarà composta da sole donne: Barbara Baraldi, Cristiana Astori e Simonetta Santamaria, che ringraziamo per la disponibilità.

Leggi tutta la notizia su Horror Magazine

In uscita Writers Magazine Italia n. 24 Speciale SF

Eccolo.

In molti lo attendevano, e finalmente è uscito il n. 24 di Writers Magazine Italia, la “rivista di riferimento per chi scrive”, in questa occasione dedicata alla fantascienza.

All’interno, infatti, oltre alle notizie riguardanti le novità editoriali di Delos Books, agli interessanti articoli sulle tecniche di scrittura, a cura di Stefano Di Marino, Andrea Franco e Luca Di Gialleonardo, sarà possibile trovare ben cinquanta racconti brevi di sci-fi, accuratamente selezionati dalla Redazione sul Forum di WMI.

Tra i racconti inclusi nella rivista, trovate anche una storia breve firmata da me: Cronache dalla Luna, un intenso amalgama di eros e horror ambientato sulla superficie ruvida della Luna. il ritrovamento di una misteriosa scatola dalle fattezze gotiche scatena forze oscure sul team di ricerca appena sbarcato.

Posso comunque assicurare, avendo letto gli incipit degli altri racconti racchiusi in questo numero, che tutte le storie sono ben scritte e accattivanti.

Acquista la Rivista nel Delos Store

Il Gatto a Nove Code: Carriero vs Di Pierdomenico

Paolo Di Pierdomenico

Mentre il mondo dei concorsi letterari si muove incessantemente, ecco qui di seguito una speciale doppia intervista a due giovani e promettenti autori, entrambi vincitori di interessanti premi:

Matteo Carriero

Paolo Di Pierdomenico (vincitore del premio “Circo Massimo” 2009) e Matteo Valerio Carriero (vincitore del premio “Nella Tela!” 2009).

A questo proposito, e riallacciandomi alle risposte di seguito esposte, mentre il termine per l’invio di racconti al Rill e al Circo Massimo di quest’anno è scaduto da pochi giorni, è stata appena varata la selezione per la Terza Stagione dei Corti, da tenere sott’occhio.

1. Cosa ha significato per te la vittoria di un noto concorso come questo?

P.DP.: Tante piccole cose. Mi sono divertito. Ho una fantastica stampa in alluminio in salotto. Ho conosciuto tanti scrittori indipendenti e iniziato qualche collaborazione con Edizioni XII. Ma forse la cosa più importante è che, grazie alle persone che hanno apprezzato il racconto, ho acquistato maggior fiducia nelle mie capacità di scrittore.

M.C.: Un’iniezione di fiducia. La vittoria è arrivata dopo alcuni mesi di gran fatica davanti alla tastiera, ed è stata una conferma importante. Difatti se poi i giurati d’altri concorsi si son dovuti sorbire un numero maggiore di miei racconti, nel 2010, la colpa è anche del Nella Tela.

Scrivere Fantasy

dan11.jpgUna storia fantasy non scivola via come acqua. Nonostante sia questo che molta gente pensa, il fantasy non è solo una fuga dal sociale, un non pensare ai problemi del mondo, un esiliarsi al di fuori del proprio tempo. Tutto ciò che accade in un qualsiasi mondo fantasy, non è altro che lo specchio di ciò che noi viviamo in questa realtà, nel “mondo vero”. Ma allora la differenza qual’è, direte voi.La differenza sta qui… e qui. Nella testa e nel cuore. Immedesimarsi in personaggi di un’epoca fantastica, abitata da popoli diversi da noi ma in fondo simili, da creature incantate che non devono apparirci assurde, perché sulla Terra, milioni di anni fa, vivevano esseri incredibili come i dinosauri. E questa è una realtà che, anche se non più attuale, è inconfutabile. Perciò non stupitevi di leggere tra le righe dei miei romanzi, la descrizione di un drago, di un grifone o di un unicorno, perché quel che riesce a fare un bravo scrittore fantasy, è calare il lettore in un mondo “parallelo” al nostro, ma non per questo assurdo. La verosimiglianza, la credibilità e il coinvolgimento emotivo sono tre chiavi fondamentali affinché chi sta dall’altra parte del libro non pensi di trovarsi di fronte a una favoletta, bensì a una realtà che se pur dissimile dalla nostra, sia altrettanto “vera”. E non conta pensare che non sia così perché gli unicorni non esistono, i draghi non esistono, la magia non esiste… e via discorrendo. Non conta per il semplice motivo che basta chiudere gli occhi e immaginare, per far sì che tutto questo esista.

Pensate al mio slogan:

“Il mondo che ho creato non è solo parte di me, ma esiste… come esiste la fede”

Capite?

Basta credere.

Laura Platamone presenta: Scimmiette di mare Project

A molti sembrerà una sciocchezza, altri ancora lo guarderanno con supponenza, la maggior parte si farà una risata riducendolo a concorsino da due soldi.

Niente di più sbagliato.

Scimmiette di mare Project affonda le sue radici nella mente malata di una editor formata professionalmente sotto la guida di Alberto Castelvecchi. Insomma, Laura Platamone  è una che sa quello che scrive.

Intanto partiamo da un presupposto: per partecipare a questo concorso bisogna aver letto almeno un libro di uno scrittore che non ci piace. Presuppone perciò che i partecipanti scrivano con cognizione di causa, utilizzando strumenti affini a quelli di cui si è servito il loro scrittore “da uccidere”, rendendogli pan per focaccia.

Occorre saper gestire gli stessi elementi impiegati da quell’autore, serve uno spiccato sense of houmor per inventarsi una storia bizzarra, grottesca, irriverente. Sì, prché le Scimmiette di mare sono difficili da gestire, dal momento che nessuno ne ha mai vista una. O meglio, nessuno ne ha mai parlato in letteratura, e certamente non in una forma mutata geneticamente e predisposta a uccidere. Quindi si tratta di mostriciattoli del tutto originali.

Riepilogando, questo non è un concorso per femminucce. Cultura, sperimentazione, originalità, irriverenza, costituiscono la base da cui partire per affrontare questa esperienza.

A tutti voi dico: io  ho già il mio bersaglio. A voi il prossimo!

 Trovate il bando sul Blog:  Scimmiette di mare Project

Finalmente disponibile: Altrisogni 3

Fonte: Dbooks

Altrisogni, la prima rivista digitale italiana dedicata alla narrativa di fantascienza, horror e weird arriva al terzo numero.

Il magazine cresce, si evolve e si arricchisce. Il fantastico in Italia è vivo e vegeto, lo dimostrano le cinque pagine di Notizie che aprono la rivista: riconoscimenti, manifestazioni, progetti letterari e web fiction si affiancano a novità librarie e strumenti per gli scrittori. La redazione di Altrisogni ha intervistato Claudio Vergnani, autore di talento che con i suoi romanzi Il 18° vampiro e Il 36° giusto (entrambi editi da Gargoyle Books) contribuisce a mettere importanti mattoni nel cantiere dell’horror italiano. L’articolo di approfondimento ha una firma importante, quella di Stefano Di Marino. Scrittore eclettico di grande esperienza, Di Marino parla di come si scrive una scena d’azione, con consigli, idee ed esempi. Il comparto redazionale di Altrisogni si arricchisce di una nuova rubrica: Menzione d’onore. In queste pagine il nostro editore segnala i punti forti di quei racconti che pur non essendo stati selezionati meritano comunque attenzione. Completano la rivista le Recensioni di ben otto libri e le Suggestioni, che segnalano ai lettori luoghi o fonti di ispirazione.

Le novità di questo terzo numero sono la partecipazione di Altrisogni al Margherita Short Movies Fest e il concorso letterario e fotografico gratuito e multi genere Nel buio. Organizzato assieme alla rivista online di ottica e fotografia D&N, si tratta di un concorso gratuito per racconti e fotografie di genere horror, fantascientifico e weird a tema Nel buio.

Altrisogni seleziona come sempre narrativa di qualità: ben nove i racconti inediti presenti in questo numero. Gli autori sono Patrizia Birtolo, Mirko Dadich, Simona Gervasone, Roberto Guarnieri, Laura Iuorio, Valentino Peyrano, Daniele Picciuti, Rubrus e Tanja Sartori. La copertina e i disegni interni del terzo numero sono realizzati da Eliza Bolli.

Allegata ad Altrisogni 3 è presente la prima uscita del bollettino aperiodico Dbooks News, che annuncia le novità della casa editrice dbooks.it. Questa volta si parla di Laura Iuorio, scrittrice che ha pubblicato apprezzati romanzi fantasy e sci-fi con Fanucci Editore, e che a brevissimo vedrà l’uscita dell’antologia Schiavi e androidi, edita da dbooks.it.

 Per acquistare la rivista visita il sito dell’editore